, , ,

Italiani 2.0 / G2 chiama Italia: Cittadinanza rispondi!

Ecco  il dossier Italiani 2.0 / G2 chiama Italia: Cittadinanza rispondi! Ideato dalla Rete G2 Seconde Generazioni con il contributo di esperti sul tema della cittadinanza, scuola, media e sport. Lo abbiamo presentato martedì 16 dicembre 2014 alla presenza di parlamentari, giornalisti ed esponenti della società civile. Abbiamo posto delle questioni e fatto delle domande che richiedono risposte da parte del parlamento!

Dossier G2 chiama Italia- CITTADINANZA RISPONDI!

, , ,

G2 chiama Italia:CITTADINANZA RISPONDI!Martedì 16 dicembre a Roma con ReteG2

Tutti a Roma martedì 16 dicembre alle ore 17.00  per partecipare all’evento CITTADINANZA RISPONDI! Iniziativa organizzata dalla Rete G2 Seconde Generazioni per porre nuovamente al centro dell’attenzione il dibattito sui diritti di cittadinanza dei figli d’immigrati.

L’evento sarà l’occasione per discutere con i parlamentari presenti alcune proposte di legge sulla cittadinanza.

Saranno inoltre presentati il dossier Italiani 2.0 / G2 chiama Italia: Cittadinanza rispondi! e l’inedito video Nata e Non nato, dell’artista Paul Alex M. Samaniego. In programma testimonianze e storie di attivismo di figli d’immigrati in Italia e in Europa.

Invito in allegato. Si prega di confermare la propria partecipazione alla mail: g2comunicazione@secondegenerazioni.it

L’iniziativa è finanziata con il contributo di Open Society Foundations

Media Partner Frontiere News

Invito evento della Rete G2 per discutere di cittadinanza_Roma 16 dicembre

, ,

Rete G2 partecipa allo European Integration Forum 3 Aprile 2014 a Bruxelles

La Rete G2 – Seconde generazioni partecipa allo European Integration Forum, che si tiene oggi 3 Aprile 2014 a Bruxelles, presso la sede del Comitato Economico e Sociale.

Il Forum Europeo per l’Integrazione ha come obiettivo favorire l’interscambio di esperienze tra le organizzazioni della società civile a livello europeo e la possibilità, per queste, di presentare il proprio punto di vista alle istituzioni Europee.

Per il biennio 2013-2015, la Rete G2 rappresenta le organizzazioni della società civile a livello nazionale nel Bureau del Forum, insieme alla Rete Europea ENAR (European Network Against Racism) e una rappresentanza della Commissione Europea – DG Giustizia e Affari Interni.

Il tema dell’edizione odierna del Forum è la riflessione sui Principi Comuni sull’Integrazione, adotatti dal Consiglio Europeo nel 2004, che costituiscono l’unica piattaforma comune tra gli Stati membri per quanto riguarda anche le politiche per l’acquisizione della cittadinanza.

La partecipazione della Rete G2 si inserisce alla vigilia del semestre italiano di presidenza del Consiglio Europeo (luglio – dicembre 2014).

L’auspicio è che proprio la Presidenza Italiana del Consiglio Europeo possa costituire la base per definire politiche comuni a livello europeo che facilitino l’acquisizione della cittadinanza da parte delle seconde generazioni, nate o arrivate da piccole negli Stati membri dell’UE.

Scarica qui il programma http://www.eesc.europa.eu/?i=portal.en.events-and-activities-european-integration-forum-11-programme.

,

ITALY IN A DAY

Cari amici di G2,
 
questo sabato tutti gli italiani sono invitati a prendere una telecamera o un telefono per riprendere la loro giornata e partecipare a “ITALY IN A DAY”, un documentario sulla vita degli italiani in un giorno, a cura di Gabriele Salvatores.
 
Anche se siete italiani con il permesso di soggiorno, vi invitiamo a raccontare
cosa vuol dire essere figli di stranieri in Italia, le vostre emozioni e qualsiasi cosa che per voi sia importante da raccontare.
 
Una volta filmato caricate i vostri video su:
www.Italyinaday.rai.it entro il 17 Novembre 2013 e nel box titolo indicare il nome dell’associazione ReteG2 – Seconde Generazioni.
 
 
 
 
Banner anch'io.
,

Ferragosto con la Rete G2

Rete G2 sarà presente alla festa di Radio Popolare a Ferragosto
IDROPARTY!
con musica, danze, cibo, interventi radio, quiz a sopresa.
unica regola : tutti devono portare del cibo o delle bevande da condividere!

VI ASPETTIAMO!
Al parco dell’Idroscalo (ingesso circolo Magnolia) Milano.

Senza titolo-1

, , , ,

La Ministra Kyenge visita G.Lab in via Dogana di Milano

Kyenge a G.Lab

Milano, 12 giugno 2013 – È stata accolta da ragazze e ragazzi di seconda generazione che a Milano con il Comune lavorano a progetti per l’accompagnamento per l’ottenimento della cittadinanza italiana. Oggi la Ministra per l’Integrazione, Cécile Kyenge, a Milano per partecipare a un convegno in occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile, ha visitato nel primo pomeriggio il laboratorio di cittadinanza G.Lab. In questo spazio, voluto dall’assessore Majorino lo scorso marzo e aperto presso l’Informagiovani in via Dogana 2, quattro sportelliste della Rete G2, italiane di seconda generazione, accolgono giovanissimi di origine straniera che vogliono informarsi o hanno problemi nel diventare a 18 anni, come prevede la legge vigente, italiani a tutti gli effetti. Nell’occasione la Ministra Kyenge, ha potuto incontrare anche i rappresentanti di altre realtà attive sul tema dell’integrazione tra cui il blog Yalla Italia.
Lavoriamo insieme per trovare le risorse che ci consentiranno di far continuare questi progetti – ha detto la Ministra Kyenge: possiamo lavorare in rete e le risorse si trovano. Si tratta di un’ottima pratica di rafforzamento della cittadinanza, un esempio concreto da estendere a livello nazionale. Spero di tornare qui presto e spero anche di portarvi in giro per tutta l’Italia”.

Lo sportello G.Lab è aperto ogni mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14 alle 18.

, ,

Rete G2 al Quirinale l’8 marzo 2013

Rete G2- seconde generazioni oggi è al Quirinale. L’intervento della nostra Lucia, riportato qui di seguito, è stato fortemente applaudito.

Signor Presidente, gentili ospiti,

 

mi chiamo Lucia Ghebreghiorges, ho 33 anni, sono di origine etiope e sono
un’attivista della Rete G2 – Seconde Generazioni. Da anni G2 chiede una
riforma della legge sulla cittadinanza che sia più favorevole ai figli d’immigrati
nati in Italia o venuti da piccoli nel territorio.

 

Sono una giovane italiana e tale mi sono sempre sentita, tuttavia, pur essendo
nata in Italia, sono diventata cittadina solo all’età di 16 anni, quando mia
madre acquisì la cittadinanza italiana e me la trasmise. Eppure sono una delle
più fortunate della mia associazione.

 

Intorno ai 20 anni ho cominciato a interrogarmi sul mio essere figlia
d’immigrati e in quegli anni pubblicai l’articolo che si chiamava Né carne né
pesce, probabilmente uovo, nel quale sintetizzavo metaforicamente la condizione
di figlia d’immigrati. Ci consideravano né carne né pesce ma, dal mio punto di
vista eravamo invece uova: un nuovo inizio.

 

Gran parte dei membri della nostra Rete è costituita da donne: studentesse,
giovani madri, lavoratrici. Molte di loro non sono ancora cittadine italiane.
Quando ci incontriamo penso all’ingiustizia che sentivo da bambina e a loro,
che la vivono ancora da adulte.

 

Nel 1946 le donne italiane hanno conquistato il diritto di voto, nel 2013 molte
mie compagne di viaggio questo diritto non l’hanno ancora. Eppure questo è
il loro Paese. Ci dicono che ci sono sempre questioni più urgenti da affrontare,
come se non fosse urgente impedire che oltre un milione di figli di immigrati
siano trattati come estranei a casa propria.

 

Come se non fosse un dovere morale per un Paese che ama i suoi figli,
impedire che una Nadia e una Miriam corrano il rischio di non venire
accettate in una classe perché un tetto del 30% ricorda loro che sono straniere,
anche se sono nate in Italia; non permettere a Nura di accedere ad un
concorso pubblico perché non è italiana, ma è cresciuta e ha frequentato tutte
le scuole in Italia; non lasciare un Paese senza nuove energie e quindi senza
futuro.

 

Vorrei concludere ringraziando Lei, Signor Presidente, a nome di tutta la Rete
G2 per l’attenzione che ha sempre mostrato sul tema della cittadinanza.

 

,

G2, WuMing2 e Antar Marincola alla presentazione di “Timira – Romanzo meticcio”

 

Ciao a tutti!
 
Eccoci come promesso con un appuntamento, doppio e ghiotto, per incontrare ReteG2 a Milano, fare due chiacchiere e conoscersi meglio.
Il link e l’invito allegato sono per la presentazione del libro “Timira” scritto da WuMing2 e Antar Marincola, ed è la storia di un’italiana fuori dal comune, e per questo molto amata da tutti noi: Isabella Marincola. Avete colto una similitudine con il noto partigiano nero Giorgio Marincola? Non è una coincidenza, venite a scoprire perché.
Alla Libreria Azalai alle 18.30 troverete … , mentre all’appuntamento delle 21 al Centro Pianoterra troverete Kibra.
Vi aspettiamo numerosi: scrivete a g2@secondegenerazioni.it per lasciarci la vostra mail e il vostro numero, noi di ReteG2 Milano prenderemo nota e vi contatteremo.
 
ReteG2 Milano
 

Timira

 

La Rete G2 all’assemblea pubblica del Meeting internazionale antirazzista

Il 17 luglio la Rete G2 parteciperà all’assemblea pubblica “Razzismo: E’ possibile invertire
la rotta?” organizzata dall’Arci nazionale all’interno della XV edizione del Meeting internazionale antirazzista di Cecina. All’incontro saranno presenti:
Laura Boldrini (UNHCR), Oliviero Forti (Caritas italiana), Michele Curto (Terra del Fuoco), Piero Soldini (Cgil), Giusy D’Alconzo (Amnesty International – Italia), Lorenzo Trucco (Asgi), Giuseppe Casucci (UIL), Enrico Palmerini (CNCA), Angelo Caputo (Magistratura Democratica), Grazia Naletto (Lunaria), Roberto Natale (FNSI), Nino Smajovic (Federazione romanì), Luciano Lagamba (UGL),Giovanni Russo Spena (PRC), Marco Perduca (PR), Pancho Pardi (IdV), Rolando Magnano (MSF), Viviana Valasto (Save the Children), Isabella Massafra (Emmaus Italia), Antonio Russo (Acli), Gennaro Santoro (Antigone), Maurizio Gubbiotti (Legambiente), Mohamed Tailmoun (Rete G2 – Seconde Generazioni), Agostino Fragai (Assessore – Regione Toscana), Dafne Marzoli (FCEI – Srm).
Per altre info: visita il Forum G2