La Rete G2 scrive al neo Sindaco Marino, perché la Capitale riparta anche dai ‘Romani col permesso di soggiorno’

La Rete G2 – Seconde Generazioni ha inviato questa mattina la propria lettera di congratulazioni al neo sindaco Ignazio Marino, convinta che lui diventerà “il punto di riferimento istituzionale più importante per gli anni a venire anche per coloro che non hanno neanche potuto sognare di partecipare alle ultime elezioni comunali” i figli e le figlie dell’immigrazione nati a Roma o all’estero ma cresciuti nella Capitale “‘fantasmi della politica’ perchè, a differenza di molti dei loro coetanei, sono dei ‘Romani col permesso di soggiorno’ privi del diritto di voto”. Nel porgere gli auguri al neo Primo cittadino la Rete G2, nata nel 2005 nella Capitale, ha proposto un incontro anticipando la propria volontà di “proseguire a Roma il percorso che proprio nella collaborazione con i Comuni di Italia sta raccogliendo i risultati più concreti degli ultimi anni”: dalla gestione di G.Lab, laboratorio di cittadinanza urbana e sportello rivolto ai figli dell’immigrazione dal Comune di Milano alla campagna nazionale “18 anni in Comune” promossa con Anci e rivolta ai neomaggiorenni per una migliore informazione sulla normativa per l’accesso alla cittadinanza italiana.

Info: g2@secondegenerazion.it – www.secondegenerazioni.it