Voglio la cittadinanza. Perché?

Spesso tra i gidduini ci siamo chiesti perché chiediamo la cittadinanza e perché un figlio d’immigrati dovrebbe chiedere la cittadinanza. Ovviamente sappiamo bene il perché.

Però i perché sono tanti. Nelle varie situazioni di ogni giorno sbattiamo con questi perché.

Oggi, questa sera, io sento in maniera prepotente un perché (e spero che nessuno si stupirà se dico che anche i figli degli immigrati hanno dei sogni e possono essere degli idealisti).

Io voglio cittadinanza. La voglio senza articolo, perché voglio uno stato, un essere, una qualche pienezza di un sentimento, con annessi tutti gli attributi di uguaglianza formale e sostanziale.

Quest’oggi io voglio cittadinanza perché voglio girare il mondo, conoscere il mondo, parlare e sognare in tutte le lingue del mondo, studiare in tutte le scuole del mondo, lavorare in tutto il mondo…ed avere una casa che sia una casa, in cui poter presto o tardi ritornare.

ps: e voi, volete dirci perché volete/chiedete/esigete la cittadinanza?